Inserisci quello che stai cercando, noi ti aiuteremo a trovarlo.

Trasparenza

In relazione alle disposizioni sulle operazioni e sui servizi bancari previste dalla normativa vigente di cui al D.LGS n°385/1993 (Testo Unico Bancario) e le Istruzioni di Vigilanza di Banca d'Italia

 

Fogli informativi e documenti specifici dei diversi servizi:

 

DEPOSITI

 

FINANZIAMENTI

 

INVESTIMENTI

 

ALTRI SERVIZI


I documenti presenti sul sito sono messi a disposizione della clientela anche su supporto cartaceo o su altri supporti durevoli.

La sigla TAEG sta per Tasso annuo effettivo globale. E' espresso in percentuale e indica il costo reale di un finanziamento, comprendendo tutte le spese accessorie.

 

E' normato nell'Allegato 5B delle Istruzioni di vigilanza di Banca d'Italia.

 

Calcolo TAEG credito a consumatori

 

 

Dal 9 luglio 2015 è disponibile un nuovo strumento per la clientela: chi vuole segnalare alla Banca d’Italia un problema nella propria relazione con una banca o un intermediario finanziario può farlo in modo semplice e diretto utilizzando il modulo per l’esposto.
Il modulo aiuta il cliente a rappresentare in modo sintetico e completo il problema, individua automaticamente la Filiale della Banca d’Italia cui inviare la segnalazione, via posta ordinaria, posta elettronica certificata (PEC) o e-mail convenzionale firmata elettronicamente. Non occorre l’assistenza di legali.
L’uso del modulo on line permette alla Banca d’Italia di analizzare con prontezza ogni segnalazione e di sollecitare l’intermediario a chiarire la questione direttamente con il cliente.
Per la Banca d'Italia gli esposti sono una fonte importante di informazioni per l'esercizio della vigilanza sugli intermediari.


Cos'è


La presentazione di un esposto alla Banca d’Italia consente al cliente di segnalare comportamenti che ritiene irregolari o scorretti da parte delle banche e degli intermediari finanziari. Per la Banca d'Italia gli esposti rappresentano una fonte di informazioni per l'esercizio della attività di vigilanza.
La presentazione di un esposto non avvia un procedimento amministrativo disciplinato dalle legge n. 241 del 1990.


Chi può fruirne


Il cliente che intende segnalare un comportamento irregolare o scorretto da parte di una banca o altro intermediario finanziario.


Come
L'esposto deve contenere una lamentela specifica relativa a servizi bancari e finanziari con la quale i clienti segnalano comportamenti che ritengono irregolari o scorretti da parte delle banche e degli intermediari finanziari.
E' possibile utilizzare il modulo allegato.

L’esposto deve:
- identificare ragionevolmente l'esponente (firma autografa o firma elettronica certificata ovvero invio di una copia di un documento di identità o uso di una casella PEC);
- indicare l'intermediario o gli intermediari coinvolti;
- ricostruire in modo sintetico e chiaro il motivo della lamentela.

La Banca d'Italia non considera esposti le richieste di dati, informazioni e consulenza, i quesiti normativi nonché le richieste che non contengono l’indicazione del presunto comportamento scorretto dell’intermediario.

Per presentare un esposto alla Banca d’Italia si utilizzano:
- posta ordinaria;
- fax;
- la consegna a mani
- e-mail da casella di posta elettronica certificata (PEC);
- e-mail da casella di posta elettronica convenzionale, sottoscritta con firma qualificata o digitale certificata.

L'esposto deve essere presentato o inviato preferibilmente alla Filiale della Banca d'Italia insediata nel territorio dove l'intermediario ha la direzione generale.

Per sapere dove è collocata la direzione generale dell'intermediario si possono consultare gli albi e gli elenchi degli intermediari vigilati. In questa pagina sono disponibili anche i contatti e gli indirizzi delle strutture della Banca d’Italia territorialmente competenti. Per la presentazione di un esposto in Banca d'Italia non è richiesta l'assistenza di un legale.


Informazioni utili


Cosa può fare la Banca d’Italia quando riceve un esposto
Quando la Banca d'Italia riceve gli esposti trasmette, di norma, copia dell'esposto all'intermediario sollecitandolo a rispondere tempestivamente ed esaustivamente all'esponente; approfondisce le questioni segnalate e monitora lo stato delle relazioni tra intermediari e clienti; trae informazioni utili per l'esercizio delle sue funzioni normative e di controllo.

Quando la Banca d'Italia riceve un esposto che non è di propria competenza, lo trasmette all'Autorità competente, se non già interessata, dandone notizia all'esponente.


Cosa non può fare la Banca d’Italia quando riceve un esposto

È importante sapere che la Banca d’Italia:
- non interviene con una propria decisione nel merito dei rapporti contrattuali tra intermediario e cliente né nelle valutazioni che attengono all'autonomia imprenditoriale dei singoli intermediari, come ad esempio quelle sul merito creditizio della clientela;

- non divulga gli esiti degli eventuali approfondimenti condotti sugli intermediari;

- non risponde, di norma, agli esposti su questioni già all'attenzione dell'Autorità Giudiziaria;

- non prende in considerazione segnalazioni sul medesimo caso successive alla prima, a meno che non intervengano novità sostanziali.

Modulo per trasmettere un esposto alla Banca d'Italia


L'uso del modulo consentirà di presentare un esposto in modo guidato e fornendo informazioni chiare ed esaurienti, che faciliteranno la trattazione da parte della Banca d'Italia e dell’intermediario, cui il modulo viene trasmesso. L’uso del modulo non è comunque obbligatorio.

Il cliente che intende segnalare un comportamento irregolare o scorretto da parte di una banca o altro intermediario finanziario.

Modulo per esposto a Banca d'Italia

 


Esposti alla Consob

 

La CONSOB è destinataria di esposti con i quali soggetti appartenenti a varie categorie (risparmiatori, associazioni e comitati a tutela dei risparmiatori, operatori di mercato ecc.) segnalano fatti o denunciano disfunzioni o scorrettezze nei rapporti con i soggetti vigilati.
L'esposto non comporta di per sé l'apertura di un procedimento amministrativo, né l'instaurazione di un contradditorio tra la CONSOB e l'esponente.
La CONSOB non può dare immediata e diretta tutela ai diritti - patrimoniali e non - del singolo esponente, che per questo deve pertanto rivolgersi all'Autorità Giudiziaria. I suoi accertamenti mirano infatti a verificare eventuali comportamenti irregolari o scorretti e a sanzionarli, nel più generale interesse della tutela del pubblico risparmio.

Questo il link al sito Consob per l'invio degli esposti => http://www.consob.it/web/investor-education/l-invio-di-esposti


Esposti alla Covip

 

La Covip è la Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione ed è possibile rivolgersi a questo ente per  segnalare irregolarità, criticità o anomalie relative alla gestione di un fondo pensione.
Questo il link al sito Covip per l'invio degli esposti => http://www.covip.it


 

CLICCA QUI per maggiori informazioni riguardanti le seguenti normative:

 

ANATOCISMO

 

ANTIRICICLAGGIO

 

BASILEA

 

CENTRALE DI ALLARME INTERBANCARIA (CAI)

 

DIRETTIVA BRRD

 

RATING LEGALITA'

 

RESPONSABILITA' AMMINISTRATIVA DEGLI ENTI (Ex DLgs 231/01)

 

SEPA

 

SOGGETTI COLLEGATI

 

POLITICHE DI REMUNERAZIONE