Donazione Nido d’infanzia “Le Nuvole” di Cento da parte di Federcasse e delle BCC 

Federcasse e le BCC a sostegno del nostro territorio e della nostra comunità

Anteprima News Inauguraizone Nido Infanzia Solidarieta Banca Centro Emilia
Novità |  Privati |  Soci |  Territorio | 

 

Sabato 19 novembre in via Pacinotti 11/B a Cento si è tenuta la donazione al Nido d’infanzia “Le Nuvole” di Cento da parte di Federcasse - Federazione delle Banche di Credito Cooperativo, che ha promosso una raccolta fondi “Emergenza terremoto in Emilia” a seguito del sisma che ha colpito il territorio emiliano nel 2012, alla quale hanno contribuito tutte le BCC italiane.

 

“Le donazioni, in quell’occasione, superarono la soglia di 1,5 milioni di euro grazie alla generosità delle Bcc del territorio e di tutta Italia, dei loro dipendenti e di tanti semplici cittadini -. Ha spiegato Matteo Spanò, vicepresidente di vicepresidente di Federcasse -. Il 10% di questi fondi venne destinato a iniziative nei comuni lombardi colpiti dal sisma mentre il 90%, pari a 1.350.000 euro, fu ripartito in egual misura fra due interventi: la ristrutturazione di un Hospice (gestito dall’Ant) per malati terminali di tumore a Pieve di Cento (BO), inaugurato a dicembre 2016 e l’avvio della costruzione della scuola dell’infanzia “Le Nuvole” a Cento, terminata a fine 2019 e subito operativa per rispondere ai bisogni del territorio”.

 

Il risultato della raccolta ha permesso la realizzazione di 750 metri quadri costruiti interamente in legno, secondo i più moderni standard antisismici e di efficientamento energetico, per poter garantire un luogo sicuro ai bambini, alle loro famiglie e alla comunità.

 

“L’inaugurazione di un asilo nido è sempre una bellissima notizia – ha commentato il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini -. Per le famiglie, le bimbe e i bimbi che lo animeranno, ma anche per la comunità che lo ospita”. Comunità sostenuta sia da tutte le BCC italiane che hanno partecipato attivamente alla raccolta, sia da Banca Centro Emilia che per l'occasione ha donato alla scuola un'opera scultorea realizzata dall'artista internazionale Nicola Zamboni, la quale esprime i principi di impegno sociale, solidarietà umana e pacificazione.

 

La scultura rappresenta una madre con in braccio due bambini, un modesto carico di beni e una valigia, a simboleggiare le migrazioni non finite dell’umanità. “Questo perché nessuno si senta estraneo – ha aggiunto il presidente di Banca Centro Emilia, Giuseppe Accorsi -, per affermare che esiste un impegno ad una accoglienza legale, per combattere il razzismo, per omaggiare il senso materno per la dolcezza e la protezione verso i piccoli, per non dimenticare i nostri emigrati. Con l’augurio di fermare la crescita di conflitti e non trascurare i valori che condividiamo e ci uniscono in un unico grande abbraccio”.

 

La donazione del Nido d'infanzia testimonia la vicinanza e la solidarietà delle Banche di Credito Cooperativo, il loro contributo verso il territorio e la comunità, e l'attenzione per l'istruzione e la cultura.