TAB SOCI LATERALE
icon_new_lat
ICONA SPAZIO SOCI ARANCIO
ICONA RASSEGNA STAMPA FONDO ARANCIO
MI PIACE - Banca Centro Emilia
icon_new_lat
 
MENU a scomparsa - TARGET PRODOTTI
 

Metodo Irb

Metodo Internal rating based (Irb) base

Il metodo Irb base prevede che ciascuna banca stimi direttamente (in base alla propria conoscenza storica del cliente e della clientela), e non ricorrendo ad agenzie specializzate esterne, le probabilità di insolvenza dei debitori e si avvale dei parametri fissati dalle autorità per le stime relative agli altri fattori di rischio.
Il metodo Irb (generalmente usato nelle banche più grandi) prevede una segmentazione della clientela-impresa tra corporate banking da una parte, e retail-small business dall'altra.
La prima ha per oggetto i rapporti con le media imprese, e si basa sulle relazioni banca-impresa "ricche". Qui il prezzo del credito è frutto di un rating ad personam, che viene assegnato dalla banca, con un processo non solo meccanico bensì "umano" con l'intervento personale dell'operatore.
Il retail banking è un attività di massa, "al dettaglio" e le piccole imprese sono assegnate a questo segmento. Qui c'è una gestione impersonale del credito e ci sono offerte standardizzate. Il prezzo del credito è l'esito di unmero processo meccanico, in cui ad essere rilevante sono le garanzie offerte e le informazioni che non hanno a che fare con la gestione dell'impresa.

Metodo Internal rating based (Irb) avanzato

Il metodo Irb avanzato, destinato ad intermediari che soddisfino standard prudenziali asai rigorosi prevede che la definizione di tutti i parametri siano riemssi a ciascuna banca. Quindi con tale sistema la banca oltre a fornire una propria stima di PD (Probability of default) stimerà nell'ordine anche LGD (Loss given default), perdita in caso di inadempienza, EAD (Exposure at default), l'esposizione al momento dell'inadempienza ed infine la MATURITY, cioè la duratao scadenza del credito.
Moltiplicando queste tre componenti otteniamo la EL (Expected Loss) o, perdita attesa, o rischio. Essa è la sintesi della PD, LGD e EAD e fornisce il valore della perdita attesa su un determinato orizzonte temporale.


  METODO IRB
FATTORI BASE AVANZATO
PD Stima interna della banca Stima interna della banca
LGD Fornita dal Comitato Stima interna della banca
EAD Fornita dal Comitato Stima interna della banca
MATURITY Fornita dal Comitato o a seconda del paese stima interna banca Stima interna della banca


Il rischio di mercato e la sua misurazione
Per determinare l'adeguatezza del proprio capitale è necessario che la banca tenga conto anche dei rischi di mercato. Tale categoria di rischi, era già stata introdotta nel precedente accordo di Basilea attraverso un emendamento approvato nel 1996. Per rischio di mercato si intende la possibilità che le variazioni dei fattori di mercato (tassi di interesse, tassi di cambio, prezzi dei valori mobiliari, ecc.) comportino una variazione non favorevole delle poste di bilancio della banca. Si tratta di una tipologia di rischio che non interessa il rapporto creditizio fra banca e cliente, ma riguarda l'operatività della banca in altri ambitidella sua attività.

Il rischio operativo e la sua misurazione
Il rischio operativo riguarda solo la banca ed è definibile come il rischio di perdite derivanti dalla inadeguatezza o dalla disfunzione di procedure, risorse umane e sistemi interne della banca, in sostanza tutte quelle perdite derivanti dall'inefficienza del processo bancario e dalle incapacità della banca di adeguare la propria struttura.
La definizione di rischio legale include:

Il rischio legale, comprese le ammende e le sanzioni pecuniarie subite per il mancato rispetto della normativa;
» I rischi di frode, tra i quali furti, rapine, ma anche la pirateria informatica;
» I rischi legati alla mancata osservanza delle norme sulla sicurezza del lavoro;
» I rischi derivanti da uno scorretto svolgimento dell'attività propria della banca, come ad esempio la violazione dei requisiti informativi per la clientela;
» I rischi informatici, per i guasti alle procedure elettroniche.