TAB SOCI LATERALE
icon_new_lat
ICONA SPAZIO SOCI ARANCIO
ICONA RASSEGNA STAMPA FONDO ARANCIO
MI PIACE - Banca Centro Emilia
icon_new_lat
 
MENU a scomparsa - TARGET PRODOTTI
 

Metodo Standard

Il metodo standardizzato, consiste in una rivisitazione del metodo previsto dall'accordo del 1988 per il rischio di credito, e si fonda su oggettive valutazioni (rating) del "merito del credito", espresse da agenzie specializzate (come Moody's e Standard&Poor). I punteggi, assegnati dalle agenzie di rating a imprese o enti pubblici, sono espressione della capacità di rimborso che contraddistingue quel cliente. Logicamente più alto è il rating e minore sarà la ponderazione del credito, ovvero l'accantonamento di patrimonio che la banca dovrà approntare a fronte di quel dato credito concesso.
Per quanto riguarda le imprese, il Comitato ha introdotto quattro diverse ponderazioni, distinte e dipendenti dal rating attenuto da ciascuna azienda.

CREDITI VS IMPRESE IMPRESE
CONTROPARTE
da AAA a AA- 20%
da A+ a A- 50%
da BBB+ a BB- 100%
Inferiore a BB- 150%
Senza rating 100%



Ad esempio, due imprese richiedono 2.000 euro di finanziamento alla Banca. L'impresa A è dotata di rating esterno di Moody's pari a AAA, mentre l'impresa B non è dotata di nessun rating.

IMPRESA A IMPRESA B
Finanziamento 2.000 Finanziamento 2.000
Ponderazione 20% Ponderazione 100%
Condizione Rispetto Basilea 2 8% % Condizione Rispetto Basilea 2 8%
Capitale richiesto alla Banca da Basilea 32 Capitale richiesto alla Banca da Basilea 160
2.000*20%*8% 2.000*100%*8%


Questo esempio mostra come imprese con un rating buono possono far impiegare meno risorse alla Banca. La minore entità di capitale di vigilanza richiesto dall'operazione rispetto ad un'impresa meno "qualificata" dovrebbe tradursi in un miglioramento delle condizioni economiche praticate dalla Banca.
In Basilea 2 si tiene conto che le piccole imprese e le persone fisiche sono sprovviste di rating e così la ponderazione avviene con un parametro fissato al 75%. Tuttavia per rientrare in questa ponderazione al 75% è necessario cheil credito soddisfi alcune condizioni, quali ad esempio l'esposizione massima nei confronti di un unico soggetto (non potrà eccedere la soglia di un milione di euro) e la tipologia di credito concesso (non tutti i rapporti banca-cliente possono far parte del retail, ne sono espressamente escluse le obbligazioni).
Ulteriori riduzioni delle percentuali di ponderazione dei crediti sono attuate quando il credito è garantito da diversi strumenti.

Crediti garantiti da ipoteca su immobili
I crediti totalmente garantiti da ipoteca su immobili di tipo residenziale hanno un trattamento, nell'ambito del metodo standardizzato, del tutto particolare. Infatti il loro coefficiente di ponderazione è del 35%, in Basilea 1 era al 50%. Tale trattamento favorevole non si riscontra invece nei crediti garantiti da ipoteca su immobili non residenziali (ovvero gli immobili ad uso commerciale) dove il coefficiente di ponderazione per questo di operazione è il 100%

Strumenti di mitigazione del rischio
Per ridurre il rischio di credito, Basilea 2 elenca per le banche una gamma di garanzie del credito più ampia di quella presente nel precedente accordo sul capitale. Tra gli strumenti di mitigazione del rischio di credito rientrano infatti numerose fattispecie di garanzie reali, di garanzie personali e di derivati creditizi. Le garanzie, purchè rispondano alle prescrizioni contenute nel'accordo sul capitale, hanno l'effetto di non far gravare tutto il peso del rischio sul patrimonio della banca, ma di distribuirlo anche su altri soggetti (o altri beni): ciò comporta, di riflesso, per la banca la possibilità di concedere ai clienti provvisti di garanzie crediti a condizioni più favorevoli. Tra le garanzie reali sono ammessi il denaro contante, i depositi in denaro presso la banca, i titoli di debito (obbligazioni) con determinati rating minimi, le azioni, alcuni fondi comuni e fondi pensione, nonchè l'oro.

Ruolo dei confidi
Il ruolo del Consorzio di Garanzia Fidi alla luce di Basilea 2 diventerà ancor più importante dato che una garanzia confidi dovrebbe ridurre la ponderazione dell'operazione al cpaitale di vigilanza permettendo cosi alle imprese di pesare meno sul capitale della banca e di ottenere vantaggi in termini di miglior costo del denaro. Va tenuto conto che anche i Consorzi dovranno anche'essi dotarsi di rating e solo quelli migliori saranno ben accetti dal sistema bancario e riusciranno a far scontaretassi migliori ai propri clienti.

Nel metodo standardizzato peseranno in maniera assai negativa sul patrimonio della Banca i crediti scaduti da più di 90 giorni. Infatti la parte non coperta da garanzia di un prestito scaduto da più di 90 giorni avrà una ponderazione del 150% nella generalità dei casi, salvo specifici accorgimenti.
Sarà dunque necessario modificare progressivamente le abitudini di pagamento uniformandosi sull'obiettivo dei 90 giorni.